ACQUA E BENESSERE

Spesso si dà per scontato che l’acqua sia tutta uguale, invece non è così. Oppure si crede che l’acqua migliore sia quella più leggera in residuo fisso o quella che fa fare tanta “plin plin”, anche questo è da verificare. In realtà, ogni persona ha bisogno di un tipo di acqua specifico.
Già in alcuni ristoranti quando si chiede l’acqua, non portano più la naturale o la gasata: consegnano la carta delle acque come già si consulta la carta dei vini!

ACQUA E BENESSERE

Per la propria salute, è importante diventare dei provetti “sommelier dell’acqua”.
Si potrebbe fare una prova: si mettono sul tavolo 10 bottiglie diverse di acqua, compresa quella del rubinetto, anzi sarebbe meglio se provenisse da rubinetti di fonti diverse. Poi si prova ad assaggiare ogni tipo di acqua con gli occhi chiusi. Se ne percepisce la differenza?
Alcune hanno un gusto più metallico, altre più dolce, altre più salato, altre più acido…non esiste un’acqua uguale all’altra! All’inizio forse possono sembrare tutte uguali, ma con un po’ di attenzione ci si accorge che non è così.
Quale acqua ha un sapore più gradevole? Quale lascia un senso di piena soddisfazione dopo averla bevuta? Quale fa sentire più dissetati? Quella è probabilmente l’acqua più adatta!

Ognuno ha dei gusti diversi in relazione all’acqua. E’ una cosa sostanziale, legata alla propria salute e al proprio benessere. Addirittura ci sono tipi di acqua diversi a seconda dell’attività che si sta facendo. Ad esempio, durante l’attività sportiva possono essere più opportune acque con elevato residuo fisso, per reintegrare i sali minerali… Non esiste un tipo di acqua buono per tutti e l’acqua va testata personalmente.
Come per l’alimentazione, anche per l’acqua, la capacità di autoascolto può guidare nella scelta migliore per sé stessi.

SCEGLIERE L’ACQUA GIUSTA CON LA KINESIOLOGIA

La kinesiologia specializzata tramite il test muscolare ci viene in aiuto nella scelta. I problemi intestinali, le infiammazioni e molti altri problemi possono essere legati all’assunzione dell’acqua inadatta. Spesso un forte sollievo ai propri disagi è dato proprio…dal bene acqua!
L’acqua è molto più che dissetante: può armonizzare la nostra energia o abbassarla, se non è adeguata.

L’acqua è legata alla fluidità, alla flessibilità, alla creatività, alla fertilità…è densa di significati simbolici, è un veicolo di informazioni energetiche e uno strumento di benessere. Ripulisce il nostro organismo da tossine fisiche, emotive e mentali.
L’acqua ha una funzione energetica nel corpo, una funzione peculiare di cui poco si tiene conto, perché essa veicola energia ed è in grado di reagire a fonti di energia inusuali, come le parole.

I fiocchi di neve sono tutti diversi ma se sciolti ognuno ritorna a cristallizzare nello stesso identico modo: è una delle prove che l’acqua ha una memoria, perciò può veicolare informazioni!

Questo è uno dei motivi per cui l’acqua non può essere sostituita con altre bevande. Una bibita qualsiasi non può sostituire l’acqua perché in molti fenomeni l’acqua si comporta al contrario di come ci si aspetterebbe: l’acqua è una sostanza a sé stante.

Tutto ciò fa capire che i processi a cui è sottoposta (depurazione, osmotizzazione, distillazione, filtrazione, ecc.) provocano dei cambiamenti energetici e bisogna verificare come ciò influisca sulle funzioni dell’acqua nell’organismo.

L’ACQUA PIU’ ADEGUATA LA RIVELA IL TEST MUSCOLARE

L’acqua incompatibile può essere correlata a: pelle secca, stitichezza, sovrappeso, ritenzione idrica, confusione mentale, nervosismo, stanchezza, irrequietezza, poca lucidità mentale, fame nervosa, ansia, stress, infiammazioni, infertilità, ecc.

Il test muscolare ha mostrato che l’acqua adeguata invece:

  • aumenta la prontezza e la lucidità mentale,
  • migliora l’idratazione corpo-mente,
  • aumenta il livello di energia,
  • agisce positivamente a livello emotivo,
  • riduce la ritenzione idrica,
  • ripulisce l’organismo.

Quanta acqua bere al giorno? La quantità di acqua ottimale da bere durante il giorno si può valutare con il test muscolare. Si consiglia il classico litro e mezzo ma può essere di più, o di meno. Sarà di più probabilmente per chi è in sovrappeso, o è stressato, o sta facendo attività sportiva.
Se ci si sente stanchi, o affamati, o ansiosi, o si avverte un languore che fa mangiare la prima cosa che capita a tiro, la soluzione forse è…bere acqua! Alcuni casi di sovrappeso possono essere dovuti al fatto che non si beve abbastanza o non si beve l’acqua giusta!

OCCHIO CHIARO, OCCHIO SCURO

Alcuni studi effettuati tramite la kinesiologia e il test muscolare hanno dimostrato che il residuo fisso ottimale dell’acqua segue principi diversi a seconda della persona. L’acqua che dal test risulta in grado di riorganizzare la risposta neurologica dei muscoli è l’acqua più adeguata. Tenendo conto che ci possono essere delle eccezioni, i risultati si possono così riassumere: una persona con gli occhi chiari, tendenzialmente, preferisce l’acqua a basso residuo fisso (tra 15 e 100mg/l), mentre una persona con gli occhi scuri, spesso, preferisce un’acqua con residuo fisso superiore a 100 mg/l e fino a 200 mg/l circa.

Acque con residui fissi maggiori sono quelle più adatte agli sportivi o nel corso di attività sportiva, o quando si suda molto, perché forniscono sali minerali e sono una preziosa fonte di calcio, oppure durante i pasti, momento in cui è più opportuno bere limitatamente.

Il valore del residuo fisso è orientativo poiché bisogna analizzare attentamente l’etichetta e considerare i rapporti relativi tra i vari sali sciolti nell’acqua.
Le acque troppo leggere, ottenute attraverso un processo di depurazione, possono essere adeguate, o inadeguate, tanto quanto le acque in bottiglia o di rubinetto e sarebbero opportuni appositi test di compatibilità energetica.

Tagged with: , , , , ,
Posted in Life coaching, Wellness coaching
2 comments on “ACQUA E BENESSERE
  1. PAOLA R. ha detto:

    Dalla nostra ultima seduta in cui abbiamo lavorato sulle mie tematiche e mi hai insegnato a bere adeguatamente mi sento molto più leggera e questo mi aiuta ad affrontare le salite della giornata. Grazie Pierre

  2. Maria Luisa ha detto:

    E’ incredibile quanto sia vero… Grazie di avermelo ricordato ti seguo sempre con interesse PJ

Rispondi a Maria Luisa Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricevi Gratis il mio Special Report
Seguimi su Facebook
Like su Facebook