#IORESTOACASA – Alcune semplici ed efficaci strategie per gestire al meglio il momento – #IOCISONOPERTE

Ciao,
stiamo attraversando un momento non facile che nessuno avrebbe mai immaginato di
vivere.

Molte persone si trovano a dover piangere i loro cari. Altri vivono in prima persona
questa pandemia. Altri sono in prima linea per prestare cure agli ammalati. Altri sono
obbligati a stare a casa.

Non bastasse tutto questo, anche l’economia dà segnali non proprio tranquillizzanti,
per usare un eufemismo. Si vive l’incertezza del futuro, la paura del presente.

La paura mette in allarme il sistema neurovegetativo autonomo. Quando viviamo
questa emozione produciamo adrenalina, noradrenalina, cortisolo e il nostro sistema
immunitario ne risente.

In questo momento, obbligati a restare a casa, può diventare difficile gestire il proprio
tempo e soprattutto le proprie emozioni.

Le persone più strutturate riescono ad affrontare il momento, senza farsi travolgere,
ma alcuni, sopraffatti dalle loro paure, stanno facendo fatica.

In molti mi hanno scritto per avere qualche strategia per cercare di far fronte, per
quanto possibile, al momento attuale.

Per questo voglio condividere con te alcune riflessioni, alcune strategie, nella
speranza che possano esserti di aiuto. Alcune di esse, lavorando insieme, le hai già
sentite e le sai. Ma ricorda…

Non è importante quello che sai ma quello che fai con quello che sai!
Ti ho parlato di strategie… vediamone alcune.

Prospettiva


E’ come se ti trovassi immerso in un quadro, una situazione che non hai scelto. Solo
uscendo dal quadro potrai coglierne i dettagli che, rimanendo dentro, ti perderesti.
Sebbene sia un momento non facile, come puoi usarlo per migliorare te stesso, per
aumentare la tua resilienza per il futuro?
Ricorda che è proprio nei momenti più
intensi che si imparano le lezioni importanti, che saranno un diamante per il domani.
Cambia prospettiva!

Il linguaggio.

Le parole evocano emozioni. Ad ogni parola è associata una sinapsi nel cervello a cui
è associata un’emozione. In momenti difficili come questo, in un attimo, senza
rendercene conto (e capita anche a me, se non sono attento), parliamo usando di
continuo termini catastrofici; questo modo di comunicare non farà che appesantire una
situazione già di per sé per niente leggera, rendendocela ancora più difficile da
affrontare.
E’ importante cercare il più possibile di usare un linguaggio potenziante. Questo vale
sia quando si comunica con gli altri, sia quando, attraverso il dialogo interno,
comunichiamo con noi stessi.
Alleggerisci il tuo linguaggio!

La postura

Quando si è sotto pressione, inconsciamente tendiamo a incurvarci, sotto il peso del
nostro zaino pieno delle nostre emozioni.
Assumi una posizione ben eretta!
Sarà un messaggio che inviamo al nostro cervello che dopo un po’, in qualche modo,
ci farà sentire meglio, con più energia.

Meno informazioni

Siamo travolti da informazioni e da notizie purtroppo non proprio positive.
Non serve continuare ad ascoltare la televisione, passando magari da un canale
all’altro, da un telegiornale all’altro, da una conferenza stampa all’altra.
Abbiamo una grande sfida oggettiva da affrontare… Non rendiamola ancora più
grande nella nostra mente.
Stacca la spina dalle informazioni!

Meno social


Purtroppo, costretti a casa, è molto facile trovarsi, senza rendersene conto, con il
cellulare in mano a guardare i vari social, in cui si passa dalle notizie che ascolti anche
al telegiornale, ai post dei leoni da tastiera o peggio ancora alle fake news, con il
risultato di perdere ore a guardare il display. Guadagna tempo utile per te.
Stai meno sui social!

Lavori manuali


Sistema la casa, il garage, la cantina, l’armadio, la libreria, il giardino, le piante, i
fiori…. Usa il tuo tempo per fare pulizia, per eliminare ciò che non serve più, il
superfluo, per alleggerire. Vedrai che, facendo queste attività, una sorta di leggerezza
comparirà in te… E ne abbiamo tutti bisogno.
Fai ordine!

Buona musica

Ascolta buona musica, quella che ti piace… personalmente consiglio anche di inserire
un po’ di musica classica, come le 4 stagioni di Vivaldi o Mozart… Sono molto
conosciuti i loro benefici…
Molto interessante lo studio condotto all’università di Mis, in Serbia, dove pazienti
cardiopatici sono stati divisi in 3 gruppi a cui sottoporre attività diverse: ginnastica in
silenzio, esercizio fisico accompagnato da mezz’ora di musica al giorno e solo ascolto
musicale. Il secondo gruppo, quello che ha declinato melodie classiche e ginnastica,
aveva migliorato le proprie performance del 39 per cento e trovato un maggiore
benessere psicofisico.
Ascolta buona musica!

Leggi


Finisci quel libro che hai lasciato a metà o iniziane uno nuovo. Puoi trovare molto
anche in rete. Se non vuoi leggere un libro, leggi qualcosa su un argomento che ti
appassiona. Ne avrai giovamento…
Leggi qualcosa che ti interessa!

Esercizio fisico

Fare esercizio fisico aiuta a produrre endorfine e serotonina, che aiutano a stare
meglio. Puoi trovare tanti video su youtube.
Fai ginnastica a casa!

Amici

Ricordare bei tempi, vecchi o più recenti, farà tornare alla mente sensazioni positive
Chiama un vecchio amico! (Mi raccomando il linguaggio).

Contatti

Anziché fare una semplice chiamata o mandare un wa scritto o vocale, perché non
fare una bella video chiamata? Guardarsi negli occhi avvicina e scalda il cuore.
Sfrutta la tecnologia!

Obiettivi


Cosa vorresti fare nel prossimo futuro? Ci sono cose che volevi fare e hai rimandato?
Imparare una nuova lingua? Suonare uno strumento? Ricorda che
l’essere umano tende a sopravalutare quello che può fare nel breve e sottovalutare
quello che può fare nel medio termine. Questo momento finirà.

Poniti nuovi obiettivi da raggiungere!

Sono alcune semplici strategie che stanno dando aiuto a chi mi ha chiamato in questi
giorni, a seguito del mio post su FB, in cui mi rendevo disponibile per chi avesse
bisogno di un supporto come coach.

Per concludere,
Usa quella/quelle che ti risuonano di più.

Sentiti libero di girare l’informazione, condividendo questo utile post, a chi credi possa averne bisogno.

Dedichiamo un momento della giornata, con un pensiero che arriva dal cuore, a coloro
che sono in prima linea… Per chi piange i suoi cari… Per chi lotta per vivere…
Mandiamo loro energia.
Noi, responsabilmente, restiamo a casa, per proteggere i nostri cari, per proteggere noi
stessi, per proteggere anche chi non conosciamo. Tutti uniti… Tutti insieme…
Ne usciremo!!!

Se senti di aver bisogno di un supporto, in amicizia e con spirito di servizio, non
esitare a contattarmi.

Ti sarò grato se vorrai condividere l’articolo sui tuoi social, per aiutarmi ad aiutare altre persone a gestire in modo più positivo possibile il momento.

Anche in questo momento delicato… Io ci sono per te!
Un abbraccio dal cuore.
Pierre

 

PS – Ti ringrazio sin d’ora se metterai MI PIACE a questo articolo, e se vorrai inserire un tuo commento nella sezione LASCIA UN COMMENTO in fondo alla pagina, per condividere, con me e gli altri, le tue riflessioni.

 

Per qualunque informazione, scrivimi a info@pierrevicari.it . Sarà un piacere per me risponderti…

Tagged with: , , , , , , , , , ,
Posted in Life coaching, Mental coaching, Wellness coaching

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricevi Gratis il mio Special Report
Seguimi su Facebook
Like su Facebook