MAMMA E FIGLIO – L’IMPORTANZA DEL LINGUAGGIO

mother and daughter

Il rapporto tra madre e figlio, o sarebbe meglio dire tra genitori e figli, rappresenta un pilastro portante nella formazione della personalità del bambino.

Questo rapporto passa attraverso le abitudini, i gesti e le parole, che hanno un grande impatto sulla nostra parte inconscia, soprattutto quando si è bambini. Ed è proprio l’inconscio che governa gran parte delle nostre scelte e dei nostri comportamenti.

In questo articolo voglio concentrarmi soprattutto sulle parole e sul tono con cui i genitori parlano ai propri figli.

Sì, perché bisogna rendersi conto che le parole, soprattutto quando ci si rapporta con i bambini, possono essere dei veri e propri mattoni sui quali il bambino costruirà giorno dopo giorno la sua autostima, oppure possono essere delle vere e proprie voragini di insicurezza, dentro le quali il ragazzo crescendo sprofonderà poco a poco.

Molto spesso mi chiamano delle madri per portarmi i loro figli a fare delle life coaching, affinché io possa aiutarli a raggiungere una maggiore autostima e fiducia in se stessi. E mentre le ascolto parlare, sono le frasi che esse usano che mi raccontano i loro figli. “Ma sai Pierre, lei è una che non ha mai avuto fiducia in se stessa. Certo non potrà eccellere nello studio, non sarà mai una cima”.

Quello che si deve comprendere bene è che, se si aspira ad avere un figlio con una migliore autostima, il genitore deve essere il primo a seminare autostima nel proprio figlio.

Sì, perché l’autostima non la si compra in farmacia. L’autostima è qualcosa che si costruisce, lentamente, giorno dopo giorno, già da piccoli, anzi, soprattutto da piccoli.

Ecco perché è molto importante comunicare con i propri figli, con la consapevolezza che quando comunichiamo con loro, in realtà stiamo gettando in loro dei semi. Potrebbero essere dei semini di insicurezza, scarsa autostima, oppure semini di coraggio, di intraprendenza e di fiducia in se stessi.

Di questi semi vedremo i primi frutti nell’adolescenza…

Le frasi tipo: “Sbagli sempre”, “Sei un disastro”, “Sei il solito, non finisci mai le cose che inizi”, “Cosa sto a perder tempo con te che non capisci”, “Da grande non combinerai mai nulla”, “Non capisci proprio le cose”, sono delle frasi che non contribuiscono proprio a gettare semi di autostima. Anzi, se poi si pensa che a queste parole si aggiungono sempre toni alti, atteggiamento non verbale aggressivo, emozioni negative, ecco che si aprono nel cervello del bambino crateri di insicurezza in se stesso.

A volte, quando spiego questi concetti, in qualità di life coach, mi sento rispondere: “…Ma i miei genitori non si sono mica posti tutti questi problemi eppure sono ben cresciuto anch’io!”…

Sicuramente i nostri genitori, hanno cercato di dare il meglio di loro. E il modo che spesso hanno scelto è di fare quello che hanno fatto i loro genitori. Ma si può sempre migliorare!

Tutti sbagliano nella vita, tranquillo!. La prossima volta ti impegnerai di più e vedrai che andrà meglio”, “Ho fiducia in te, e stai certo che le cose miglioreranno se darai il meglio di te”, “E’ solo sbagliando che si impara e si cresce”, “Aumenta il tuo impegno e sfrutta tutto il tuo potenziale”, “Hai tutto quello che serve per riuscire.. Ora basta che ci unisci l’impegno”. Questi sono solo alcuni esempi di come si può comunicare lo stesso concetto in modo più potenziante.

Una cosa molto importante poi, è dare il giusto riconoscimento ai progressi che il bambino compie, anche i più piccoli: “Bene, hai fatto un buon lavoro”, “Bravo, vedi che se ti impegni riesci sempre”. Serve molto di più rafforzare un progresso, anche se minimo…

Se non ci sono problemi o tensioni, così come se non ci sono particolari situazioni di successo conseguito dal bambino, può essere più utile seminare sensazioni positive andando a riprendere successi del passato.

Sono orgoglioso di te”, magari con un gesto, una carezza, una pacca sulla spalla, sono semini che un giorno germoglieranno e daranno quei frutti di una buona autostima.

Ti ringrazio fin d’ora se metterai MI PIACE a questo articolo, e se vorrai inserire un tuo commento a questo articolo nella sezione “LASCIA UN COMMENTO” in fondo alla pagina per condividere, con me e gli altri, le tue riflessioni…

Tagged with: , , , , , , , , ,
Posted in Life coaching
2 comments on “MAMMA E FIGLIO – L’IMPORTANZA DEL LINGUAGGIO
  1. rosita ha detto:

    E’ tutto vero…con una parola una frase si può costruire o distruggere.
    Per noi genitori è importante ammettere con umiltà che c’è molto da sapere e da imparare..per migliorarci….. non siamo perfetti ..ma dannatamente importanti per i nostri figli che hanno bisogno di noi..

  2. Luca ha detto:

    suona bene, anche se non sono ancora padre 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricevi Gratis il mio Special Report
Seguimi su Facebook
Like su Facebook