Mental Coach Milano – Over Thinking – Il pensiero eccessivo che danneggia la tua performance

In diretta dal mio studio di Mental Coach Milano …

Ti capita mai di rimuginare su una scelta da fare, su un problema da risolvere, su una situazione da affrontare, senza arrivare a una conclusione?

Ti senti mai sopraffatto dai tuoi pensieri, che ti assillano con domande, dubbi, preoccupazioni, senza darti tregua?

Se la risposta è sì, probabilmente soffri di overthinking, ovvero di pensiero eccessivo.

L’overthinking è una condizione psicologica in cui la mente produce continuamente pensieri intensi e ripetitivi, che interferiscono con la vita quotidiana e creano un profondo disagio.

Chi soffre di overthinking non riesce a “spegnere” il proprio dialogo interiore, che diventa una fonte di stress, ansia, depressione e altre problematiche.

L’overthinking può avere conseguenze negative sia nella vita personale che nel lavoro e anche in azienda.

Vediamo quali sono e come contrastarle.

Nella vita personale, l’overthinking può portare a:

⛔  Insoddisfazione: chi pensa troppo tende a focalizzarsi sugli aspetti negativi della propria vita, a confrontarsi con gli altri, a rimpiangere il passato o a temere il futuro, senza apprezzare il presente e le cose positive che ha.

⛔ Insonnia: chi pensa troppo ha difficoltà a rilassarsi e a dormire bene, perché la mente è sempre attiva e inquieta. Questo può causare stanchezza, irritabilità, calo delle difese immunitarie e problemi di salute.

⛔ Comportamenti autodistruttivi: chi pensa troppo può ricorrere a sostanze o abitudini nocive per cercare di placare i propri pensieri, come fumare, bere, mangiare troppo, giocare d’azzardo, ecc.

⛔ Questi comportamenti possono peggiorare la situazione e creare dipendenza.

⛔ Problemi relazionali: chi pensa troppo può avere difficoltà a stabilire e mantenere relazioni sane e soddisfacenti, perché tende a essere insicuro, diffidente, geloso, critico, eccessivamente dipendente o indipendente, ecc. Questo può portare a conflitti, incomprensioni, solitudine e isolamento.

Nel lavoro e in azienda, l’overthinking può portare a:

⛔ Scarsa produttività: chi pensa troppo impiega più tempo a svolgere le proprie mansioni, perché si perde in dettagli irrilevanti, si distrae facilmente, si blocca davanti a ostacoli o imprevisti, ecc.

⛔ Questo può causare ritardi, errori, inefficienza e perdita di opportunità.

Bassa qualità: chi pensa troppo tende a essere perfezionista e ipercritico, sia con se stesso che con gli altri. Questo può portare a insoddisfazione, frustrazione, demotivazione, scarsa fiducia e stima di sé e degli altri, ecc. Questo può influire negativamente sulla qualità del lavoro e dei risultati.

⛔ Scarsa leadership: chi pensa troppo ha difficoltà a prendere decisioni, a delegare, a comunicare, a gestire il team, ecc. Questo può portare a indecisione, confusione, conflitti, mancanza di coesione e collaborazione, ecc. Questo può compromettere il ruolo e la reputazione di leader.

Come liberarsi dall’overthinking…

Se ti sei riconosciuto in alcuni dei sintomi e delle conseguenze dell’overthinking, non disperare.

Esistono dei rimedi e delle strategie per liberarsi dal pensiero eccessivo e migliorare la tua performance.

Ecco alcuni suggerimenti:

✅  Identifica e sfida i tuoi pensieri: quando ti accorgi di pensare troppo, cerca di capire quali sono i pensieri che ti tormentano e quali sono le prove che li sostengono. Spesso i pensieri dell’overthinking sono irrazionali, distorti, esagerati o falsi.

✅  Sfida questi pensieri con domande come: “È vero? È utile? È costruttivo?”. Cerca di sostituire i pensieri negativi con pensieri positivi, realistici e obiettivi.

✅  Focalizzati sul presente: quando pensi troppo, tendi a perdere il contatto con il qui e ora, che è l’unica cosa che puoi controllare. Per riportare la tua attenzione al presente, puoi praticare la meditazione, ovvero la consapevolezza del momento presente, dei tuoi sensi, delle tue emozioni, del tuo corpo, ecc. Puoi anche fare delle attività che ti piacciono e che ti coinvolgono, come lo sport, l’arte, la musica, la lettura, ecc.

✅  Accetta e lascia andare: quando pensi troppo, tendi a voler controllare tutto, a prevedere ogni scenario possibile, a evitare ogni rischio o errore. Questo ti impedisce di accettare la realtà e di lasciare andare ciò che non dipende da te.

Per liberarti dall’overthinking, devi imparare a tollerare l’incertezza, a gestire l’ansia, a perdonare te stesso e gli altri, a fidarti del tuo istinto e delle tue capacità, a cogliere le opportunità e a sperimentare nuove cose.

Se vuoi approfondire questi e altri argomenti legati alla tua crescita personale o professionale, e scoprire come l’overthinking può influire negativamente sulla tua performance, ti invito a contattarmi.

Ci si può liberare dal pensiero eccessivo e raggiungere i propri obiettivi personali e professionali!!!

Parola di Mental Coach Milano…

Ai tuoi successi!!!

Pierre

P.S.1 – Ti ringrazio sin d’ora se metterai MI PIACE a questo articolo, e se vorrai inserire un tuo commento nella sezione LASCIA UN COMMENTO in fondo alla pagina, per condividere, con me e gli altri, le tue riflessioni. 

P.S.2 – Ti sarò grato se vorrai condividere l’articolo sui tuoi social, in modo da raggiungere persone interessate, come te, al miglioramento delle loro performance sportive, personali e professionali.

Per qualunque informazione, scrivimi qui o chiama il numero verde gratuito      

Sarà un piacere per me risponderti…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *