Olimpiadi dei mental coach – Mental Coach Milano

In diretta dal mio studio di mental coach milano …

Per molte persone, soprattutto nel passato, ma purtroppo ancora oggi,  la figura del mental coach in ambito sportivo è vista come un tentativo di fornire supporto ad atleti fragili che hanno bisogno di qualcuno che gli faccia “tirare fuori gli attributi” (scusa la sincerità).

Alcuni, erroneamente, pensano che si ricorra al mental coach solo quando ci sono dei problemi da affrontare e risolvere mentre altri la considerano una figura del tutto superflua confondendo il suo ruolo con quello dell’allenatore.

E’ giusto fare chiarezza e porsi qualche domanda!!

Siamo in tempi di olimpiadi ed è all’ordine del giorno che gli atleti sul podio dedichino la loro medaglia e ringrazino i loro e le loro mental coach!!!

Stiamo forse parlando di persone fragili mentalmente? Evidentemente no!!!

Si incomincia finalmente a capire come questa figura sia fondamentale sempre, nel momento di difficoltà ma soprattutto quando le cose vanno bene.

Questa olimpiade ha messo in evidenza in modo molto incisivo l’importanza del mental coach per il raggiungimento di grandi risultati sportivi.

Mental coaching...ecco perché è fondamentale per migliorare di molto le tue performance!

Gimbo Timberi e Marcel Jacobs hanno dedicato il loro oro olimpico anche ai loro mental coach.

Ma anche Bonucci e Chiellini non hanno mai nascosto di avere un mental coach.

Lo stesso discorso vale nel mondo della velocità… Valentino Rossi, Charles Leclerc…

Vogliamo parlare poi dei campioni dello sci? Dietro alle loro vittorie ci sono anche i loro mental coach…

La tecnica e la preparazione fisica da sole non bastano per ottenere dei risultati straordinari nello sport.

Oramai la figura del mental coach è sempre presente quando si stila un progetto ambizioso.

Lo stress a cui viene sottoposto un atleta professionista è enorme… Basta chiederlo a Naomi Osaka e Gianluigi Quinzi che hanno abbandonato la loro brillante carriera nel tennis proprio perché non riuscivano a gestire lo stress e le implicazioni emotive legate alla carriera sportiva.

Troppo spesso non si considera che, oltre a essere abili nel fronteggiare lo stress, è indispensabile saper affrontare tutte le interferenze che inesorabilmente si presentano in un percorso professionistico sportivo. Il mental coach serve proprio a questo.

Detto ciò, se vuoi veramente vincere non puoi avere il tuo mental coach!

Parola di mental coach!

Ai tuoi futuri successi!!!

Pierre

 

P.S.1 – Ti ringrazio sin d’ora se metterai MI PIACE a questo articolo, e se vorrai inserire un tuo commento nella sezione LASCIA UN COMMENTO in fondo alla pagina, per condividere, con me e gli altri, le tue riflessioni. 

P.S.2 – Ti sarò grato se vorrai condividere l’articolo sui tuoi social, in modo da raggiungere persone interessate, come te, al miglioramento delle loro performance sportive, personali e professionali.

Per qualunque informazione, scrivimi a info@pierrevicari.it . Sarà un piacere per me risponderti…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *